Do You Speak Chioggiotto?

Giorgia Voltolina espone al Fronte del Porto

Scritto da il 6 maggio 2013 alle 13:05
Giorgia Voltolina

Prima mostra per la chioggiotta Giorgia Voltolina. Classe 1968, Giorgia ha sempre disegnato su tutto. A 15 anni con gli uniposca decorava le moto e le auto di tutti gli amici e disegnava su magliette e sulle vetrine dei negozi per raccogliere un po’ di soldini ed essere economicamente indipendente.

Dopo essersi iscritta a Lingue a Ca’ Foscari, Giorgia capisce che il suo destino è un’altro altro e sceglie la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia; inizia poi a realizzare quadri.

Dipingere per Giorgia significa rilassarsi e prendersi una pausa dalla vita frenetica di tutti i giorni, trascorsi tra l’insegnamento a scuola dalle suore canossiane ed il suo lavoro da cameriera alla sera.

In vari locali della città è possibile vedere alcuni murales dipinti da Giorgia.

Tutte le mie più intime amiche hanno una mia opera a casa loro; non ho mai avuto il coraggio di espormi al pubblico, forse perché mi sottovalutavo. Eccomi qui ora alla mia prima mostra, in un locale carino dove espormi al giudizio di un pubblico “amico”. Arte e cibo sono un binomio perfetto. Spero sia trampolino di lancio per una “vera” mostra personale.

Giorgia Voltolina espone presso il locale Fronte del Porto a Chioggia fino al 26 maggio.

Autore: Sara Ferro

Mi chiamano Sara, vivo da sempre a Chioggia e sono nata il 12 ottobre 1979.

Lo stesso giorno nel 1492 Cristoforo Colombo scoprì l’America. Dal genovese ho imparato che l’America è quasi sempre dove non te l’aspetti. Lo stesso giorno nel 1938 iniziarono le riprese del film Il Mago di Oz, tratto da uno dei miei libri preferiti. Sono sempre alla ricerca di qualcosa, da qua[...]

Leggi il resto su .

3 Commenti

  1. Giorgia Iaia Voltolina

    6 maggio 2013 at 13:12

    Dalle canossiane una vita fa…bei ricordi…ora insegno alla Merlin e il prox anno…chissà

  2. Renza Longhin

    6 maggio 2013 at 14:55

    devo complimentarmi con l’artista e amica Giorgia Voltolina, perché ha saputo nei suoi quadri, stendere con i colori e svariati materiali l’essenziale della vita…

  3. Giorgia Voltolina

    6 maggio 2013 at 15:04

    Grazie renza

Scrivi una risposta

Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *