Do You Speak Chioggiotto?

Piazzale Italia bici e moto ovunque. Quando interverrà la polizia municipale?

Scritto da il 14 aprile 2013 alle 23:04
IMG_0849

Puntuale con l’arrivo della bella stagione l’invasione del centro di Sottomarina di biciclette e motorini. Un modo intelligente per muoversi in città nelle giornate trafficate ma uno spettacolo terribile se si utilizza il centro di Sottomarina come parcheggio.

Da anni oramai questo è il biglietto da visita che il centro offre a chi vuole farsi una passeggiata nelle vie dello shopping.

Ma da quando i marciapiedi sono diventati parcheggi per bici e moto?

Forse la polizia municipale dovrebbe intervenire per interrompere questa brutta abitudine. L’amministrazione in questi giorni sta studiando dei rimedi. Speriamo vengano attivati al più presto perchè lo spettacolo è poco consono ad una città turistica come la nostra.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

7 Commenti

  1. Matteo

    15 aprile 2013 at 12:21

    Sono dell’avviso che quell’area fotografata sull’articolo di P.le Italia si presti bene ad essere adibita ad area di parcheggio per cicli/motocicli se regolamentata e dotata di banali accorgimenti infrastrutturali.
    Inoltre, in questi tempi sempre più utenti della strada preferiscono veicoli a propulsione muscolare e la nostra Città non mi pare goda di un adeguato numero di strutture per il regolare stazionamento dei velocipedi, per i quali ricordo, ne va incentivato l’utilizzo (si intende anche la possibilità di posteggiarli regolarmente).
    Semmai di “terribile” e “poco consono” c’erano il traffico bloccato e la viabilità gravemente compromessa e dico:“menomale che qualcuno ha preferito utilizzare la bici o la moto e parcheggiarla dove meglio non poteva”.
    Ritengo che la soluzione sia individuabile in un intervento preventivo piuttosto che repressivo alludendo a violazioni di cui all’ 158 comma 1 lett. h) CdS e parlando ache di Polizia Municipale.

  2. Admin

    15 aprile 2013 at 13:30

    Matteo tutti i pareri sono ben accetti ma che una piazza centrale sia l’ideale parcheggio di motorini e bici è cosa opinabile. Concordo che l’utilizzo dei mezzi a due ruote vada incentivato ma sono anche convinto che vanno individuati luoghi più consoni al loro parcheggio. Nessuno parla di repressione ma sicuramente di dissuasione. Nell’articolo alludiamo ad un provvedimento allo studio dell’amministrazione che va in questo senso. Di sicuro non si può lasciare al libero arbitrio delle persone la decisione di dove parcheggiare ma bisogna dare delle indicazioni. Così succede almeno nei paesi civili.

  3. petrol

    15 aprile 2013 at 13:42

    si potrebbe utilizzare metà del parcheggio auto di fronte ai giardini pubblici, sarebbe ragionevolmente vicino al centro, e controllabile per rischio furti, ma… pensate che si potrebbe rinunciare al provento del pagamento parcheggio delle auto?
    Sicuramente a Chioggia siamo molto indisciplinati nel parcheggiare bici e moto, ma anche l’amministrazione ci mette del suo, è inutile far sgomberare i vari parcheggi spontanei tipo quello di Vigo vicino al vaporetto senza dare idonee alternative.

  4. Admin

    15 aprile 2013 at 13:57

    Concordo che bisogna trovare alternative. Si parla in questi giorni di usare i cortili della scuola Todaro e della Pascoli e per una decina di giorni mettere delle persone che informano dove mettere bici e moto. Mi sembra una proposta molto sensata. L’importante è sollevare il problema altrimenti le passeggiate non si potranno fare nemmeno più sui marciapiedi ma ci toccherà andare direttamente in qualche altra località.

  5. roberto

    15 aprile 2013 at 20:30

    Se gli automobilisti cominciassero a lasciare liberi i posti riservati ai motocicli (ad esempio quelli tra l’hotel Ambasciatori e l’ex Palace) anziché occuparli abusivamente, certi dell’impunità,forse qualche bici/moto in meno In Piazzale Italia ci sarebbe.

  6. Admin

    16 aprile 2013 at 10:33

    Daccordissimo Roberto, li qualche multa sarebbe davvero meritata.

  7. Valeria de Bei

    17 aprile 2013 at 11:44

    anni di “anarchia”….non multe ma sequestro del mezzo…forse così cambierebbe qualcosa…..

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *