Do You Speak Chioggiotto?

Le proprietà dell’asparago

Scritto da il 18 aprile 2013 alle 15:04
Asparagi

Questa settimana parliamo di un ortaggio dalle straordinarie proprietà depurative, tipico di questa stagione: l’asparago.

Quelli che vengono comunemente chiamati asparagi sono i germogli della pianta dell’asparago. Si raccolgono in primavera, da fine marzo fino a tutto giugno; gli asparagi presenti sul mercato nelle altre stagioni sono di serra o di importazione. Le varietà di asparagi sono più di 200 e si distinguono soprattutto per aspetto, sapore e tipo di coltivazione.

L’asparago bianco ha un sapore molto delicato e deve il suo colore alla coltivazione in assenza di luce, che blocca la fotosintesi.

L’asparago violetto dal sapore più rustico e un po’ amaro è in realtà un asparago bianco che fuoriesce dal terreno e acquista una colorazione lilla per effetto della luce.

L’asparago verde ha un sapore marcato, si sviluppa fuori terra e deve il suo colore alla fotosintesi.

Gli asparagi selvatici, detti anche asparagi di campo, crescono spontanei, hanno un fusto sottile ed un sapore particolarmente intenso.

L’asparago è un cibo povero di calorie, ricco di sali minerali e vitamine ed ha effetto depurativo e diuretico. L’elevata presenza di rutina aiuta a rinforzare le pareti dei capillari. È consigliabile limitarne il consumo in caso di malattie renali ed urinarie; è ottimo, invece, in caso si stia cercando di perdere peso. Alcuni dei componenti dell’asparago sono metabolizzati ed espulsi con l’urina, che assume il tipico odore pungente.

Come sceglierlo: le punte devono essere belle dritte e chiuse, spezzandole devono venir via di netto; i gambi lucidi, duri, flessibili, dello stesso spessore e privi di screpolature.

Per rendere onore a questo prelibato ortaggio, vi lascio con una ricetta gustosa e primaverile che ho trovato in un libro preso in edicola.

Tagliatelle alla crema di asparagi e porcini

Ingredienti per 4 persone

  • 300g di tagliatelle integrali
  • 1 mazzo di asparagi verdi
  • 300g di porcini surgelati
  • battuto di cipolla e aglio
  • latte di soia o avena
  • prezzemolo tritato

Come fare

Coprite il fondo di una padella antiaderente con acqua e portatela a ebollizione con il battuto di cipolla e aglio; aggiungete i porcini surgelati.

Cuocete gli asparagi a vapore. Spezzettateli, tenetene da parte le punte e mettete il resto nel frullatore insieme ai porcini, tenendone da parte un po’ per guarnire i piatti.

Frullate porcini e asparagi e poi passate il purè ottenuto nella padella antiaderente con un goccino di latte di soia o avena per ammorbidire.

Lessate le tagliatelle, scolatele e conditele con il purè di asparagi e porcini. Decorate il piatto con le puntine degli asparagi e i cubetti di porcini. Spolverate con un pochino di prezzemolo e servite.

Note
Foto prese da: www.deviantart.com www.donnainsalute.it

Autore: Alice Gamba

Mi chiamo Alice e svolgo la professione di Dietista come libera professionista. Dopo aver provato sulla mia pelle numerose diete, grazie allo studio universitario sono arrivata a capire che per ottenere e, soprattutto, mantenere un peso sano è necessario imparare a mangiare in modo corretto senza, però, “mettersi a dieta”. Il cambiamento deve coinvolgere lo stile di vita di una persona a [...]

Leggi il resto su .