Do You Speak Chioggiotto?

Le Forme dei Sogni. Quando il legno diventa un “affare di famiglia”

Scritto da il 8 marzo 2013 alle 13:03
Le Forme dei Sogni. Oggetti di Legno

La storia inizia poco più di 3 anni fa, quando il signor Giovanni, su suggerimento della moglie Marialena e della figlia Lara, decide di realizzare alcuni cuori di legno da regalare per Natale a vari parenti e amici.

Inutile dirlo, è un tripudio di “oh che meraviglia!”. Da lì ai primi mercatini in giro il passo è breve: i classici cuori proposti in varie dimensioni hanno un tale successo che la famigliola si inventa nuove forme ed arrichisce il banchetto con angeli di varie misure, cornici doppie, sottopentole a forma di cuore dove l’impugnatura è un chiodo vecchio; e poi ancora, tra le creazioni più recenti, il portaombrelli e secchi!

Tutte le creazioni sono realizzate a mano da Giovanni e sono eseguite su legno di recupero da restauri, a cui viene fatto un trattamento antitarlo con prodotti specifici usati anticamente da artigiani mobilieri e restauratori.

Le fasi principali per la creazione sono le seguenti:

  • la lavorazione è inizialmente eseguita con seghetto alternativo e piccola levigatura;
  • la finitura è esclusivamente fatta a mano con tela abrasiva a grana fine;
  • la verniciatura è fatta con dell’impregnante che funge da protettivo del legno;
  • l’ultima rifinitura è fatta con cera d’api.

Dopo la cera d’api, si mettono all’opera Lara e la mamma MariaLena con le ultime finiture: i vari gancetti, i nastrini, lo spago. Il risultato? Oggetti unici e speciali!

Per info, Le Forme dei Sogni è su facebook!

Guarda qualche creazione firmata Le Forme dei Sogni!

Autore: Sara Ferro

Mi chiamano Sara, vivo da sempre a Chioggia e sono nata il 12 ottobre 1979.

Lo stesso giorno nel 1492 Cristoforo Colombo scoprì l’America. Dal genovese ho imparato che l’America è quasi sempre dove non te l’aspetti. Lo stesso giorno nel 1938 iniziarono le riprese del film Il Mago di Oz, tratto da uno dei miei libri preferiti. Sono sempre alla ricerca di qualcosa, da qua[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *