Do You Speak Chioggiotto?

Sonia Peronaci veste Giallo Zafferano! Intervista al blog di cucina più famoso d’Italia

Scritto da il 8 febbraio 2013 alle 15:02
senza titolo (2 di 5)

Metti una notte sotto le coperte. Non riesci a dormire perchè un dubbio atroce ti assale: ma nel pesto alla genovese l’aglio ci va o no? Ed è meglio usare il mortaio o va bene anche un frullatore? Poi una illuminazione: “lei” può darti le risposte che cerchi e farti riaddormentare felice. “Lei” è Sonia Peronaci, la signora in giallo. Giallo Zafferano.

Giallo Zafferano è il blog di ricette più famoso d’Italia.  Circa 2.000 ricette presenti, di cui 350 sono video. Circa 800.000 gli utenti che ogni giorno si collegano per cercare idee e suggerimenti su cosa mettere in tavola. Numeri davvero impressionanti. Non solo ricette proposte da Sonia ma anche una sezione “Scuola di cucina” , un forum ed un blog dove gli utenti possono caricare le proprie ricette.

Sonia- tre figlie, un compagno e due pintcher- prima di diventare una blogger famosa lavorava in uno studio di commercialisti. Poi nel 2006 con il compagno la decisione di mettersi in gioco per dar vita ad un progetto personale che li appassioni per davvero. Dal blog sono nati anche due libri: “Giallo Zafferano – Le mie migliori ricette” e “Divertiti cucinando. 100 Nuove Ricette”

Oltre a Sonia ed il suo compagno, lo staff di Giallo Zafferano è composto da 14 volenterosi ragazzi che ogni giorno si danno da fare affinche tutto funzioni al meglio.
Riccardo e Federica, i due videomaker
, Gian Marco,  fotografo
, Roberta, Luigi e Manuel,  preziosi aiuti in cucina, 
Lucia, Anna, Giulia e Mariateresa, le volenterose ragazze della redazione
, Deborah e Francesco che si occupano delle relazioni con l’ agenzia pubblicitaria
, Martina e Antonella che curano il canale blog di GZ.

Sonia, quando nasce il blog Giallo Zafferano? Da dove è nata l’idea ed il nome?

GialloZafferano è nato nel 2006 dalla voglia, mia e del mio compagno e socio, di dedicarci a qualcosa che ci appassionasse veramente, di crearci un lavoro su misura seguendo due delle nostre passioni: la cucina ed internet.
 Il nome è un omaggio alla mia città natale, Milano: lo zafferano è l’ingrediente principale del risotto alla milanese che è appunto giallo. Diciamo che è stato un accostamento piuttosto semplice da fare.

Soddisfazione più grande finora avuta in questo progetto?

La soddisfazione più grande è quella che arriva ogni giorno dagli utenti del sito e di Facebook quando mi ringraziano per avergli “salvato” la cena o per avergli dato l’idea in più od il consiglio giusto.

Giallo ZafferanoDal blog ai libri: perchè la scelta di puntare anche sulla carta stampata?

La scelta di realizzare dei libri è nata da una richiesta dei nostri utenti che continuavano a chiederci un supporto cartaceo per toccare con mano il nostro lavoro. Finalmente, dopo diverso tempo e tante richieste, la Mondadori ha bussato alla nostra porta e ci ha proposto un progetto che ci è subito piaciuto, in linea con quello che volevamo trasmettere.

Progetti futuri?

La redazione di GialloZafferano è ricca di idee e progetti sempre nuovi. Diciamo che le nostre menti non riposano mai! Al momento ci stiamo concentrando molto su alcune migliorie del sito e delle ricette: qualcosa che renda il sito ancora più bello e invitante.

Citazione sul cibo preferita?

“Un buon pranzo giova molto alla conversazione. Non si può pensare bene, né amare bene, se non si è pranzato bene” (Virginia Woolf)

Giallo ZafferanoTi è rimasto il tempo per cucinare “non per lavoro”?

Quando torno a casa dal lavoro mi aspettano a casa le mie figlie che, video o no, vogliono mangiare! Scherzi a parte, la cucina è la mia passione quindi mi ritaglio spesso del tempo per cucinare e fare i miei esperimenti durante i weekend.

Come è stata la tua esperienza con la TV?

La mia esperienza in tv è stata prevalentemente quella di testimonial di Philadelphia Kraft. È stato molto divertente girare gli spot che mi hanno permesso di conoscere molte persone nuove e tanti professionisti preparati, che mi hanno dato spunti ed idee per il mio lavoro.

Hai vinto (stra-vinto!) come opinion leader in un sondaggio del sito Italia a Tavola. Te l’aspettavi?

In un primo momento non mi ero neppure resa conto di essere in lizza per il premio; poi, quando l’ho saputo, ho preferito tenere un profilo basso e non fare troppa campagna elettorale; quindi, anche se sapevo di avere un gran potenziale di voti, non immaginavo che alla fine avrei vinto. Per questo devo ringraziare tutti quelli che mi hanno votata e sostenuta dandomi fiducia ancora una volta.

Giallo ZafferanoSecondo te perchè la cucina è un argomento che non conosce mai crisi? Consigli per chi volesse mettersi in gioco  in campo culinario?

La cucina non è un settore che conosce crisi perchè tutti noi, almeno due volte al giorno, dobbiamo mettere qualcosa in tavola. Di conseguenza siamo sempre alla ricerca di ricette nuove, semplici ma saporite, che ci aiutino a variare e che accontentino I gusti di tutti. 
A chi vuole mettersi in gioco in questo settore io consiglio di armarsi di pazienza e tanta forza di volontà. È vero che l’idea innovativa paga, ma è altrettanto vero che senza sacrifici e forza di volontà è difficile ottenere qualsiasi cosa.

Autore: Sara Ferro

Mi chiamano Sara, vivo da sempre a Chioggia e sono nata il 12 ottobre 1979.

Lo stesso giorno nel 1492 Cristoforo Colombo scoprì l’America. Dal genovese ho imparato che l’America è quasi sempre dove non te l’aspetti. Lo stesso giorno nel 1938 iniziarono le riprese del film Il Mago di Oz, tratto da uno dei miei libri preferiti. Sono sempre alla ricerca di qualcosa, da qua[...]

Leggi il resto su .

4 Commenti

  1. Flavia

    8 febbraio 2013 at 22:00

    Sonia, sei grande! Mi fanno tutti i complimenti, non riescono a credere che in realtà devo quasi tutto a te!!! Io ci metto solo la mia costante voglia di sperimentare, il piacere per la cucina e la mia perenne fame e voglia di cose buone 😀 La mia gran maestra sei tu!!!

    • Admin

      9 febbraio 2013 at 08:59

      🙂

  2. mario

    19 giugno 2013 at 17:20

    prova

  3. mario

    19 giugno 2013 at 17:22

    vorrei tanto che sonia leggesse queste righe,aspetto invito a votare per GZ…………….cosi vinci!!!!!!!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *