Do You Speak Chioggiotto?

Musica a colazione

Scritto da il 6 febbraio 2013 alle 15:02
MUSICA

Importante quasi come una buona colazione. Emergere dal mondo dei sogni risvegliati da note musicali può cambiarti la giornata. In peggio, se la musica in questione è frastuono proveniente dai vicini di casa. Decisamente in meglio se invece è una dose di carica emotiva, dolce o energetica, fate voi. Quasi come in un film. Aprire gli occhi, stiracchiarsi, sorridere, e cantare.

“L’odore del caffè nella cucina, la casa tutta piena di mattina e l’ascensore che non va, l’amore per la mia città, la gente che sorriderà lungo la strada … per questo e quello che verrà io canto”
-R. Cocciante

Do Re Mi. Una canzone dopo l’altra, tra un biscotto e una sorsata di caffè. Fa Sol La Si. Sette note e infinite combinazioni. Un altro colpo di ugola e via, pronti per affrontare nuove sfide, accompagnati dalla vostra colonna sonora personale.E proprio di colonne sonore voglio parlare oggi, in particolare di quelle cinematografiche. Le prime musiche realizzate proprio per il cinema risalgono alla seconda decade del ‘900. A partire dagli anni ’30 la vendita delle colonne sonore di un film diventò una consuetudine. Alcune canzoni o intere colonne sonore sono entrate a far parte della storia del cinema, diventando a volte più famose del film stesso. Indimenticabili le opere di Bernard Herrmann per Alfred Hitchcock, Nino Rota per Federico Fellini, Ennio Morricone per Sergio Leone, John Williams per Steven Spielberg e per George Lucas. Chissà se questi compositori sono contenti di sapere che molti di questi motivi sono diventati suonerie per i cellulari. C’est la vie.

Emozioniamoci con alcune tra le canzoni più famose legate al cinema. Vi regalo un mio personale elenco. Pronti a versare qualche lacrimuccia?

Cominciamo dall’indimenticabile My Heart Will Go On di Céline Dion per il film Titanic (1997).

Dal film The Bodyguard (1993) I Will Always Love You, Questo è un brano di Dolly Parton del 1974, reinterpretato da Whitney Houston. Pensate che è il singolo più venduto nella storia da una artista femminile con oltre 16 milioni di copie vendute! Fu proprio Costner a suggerire il brano per il film!

Nel film Armageddon (1998) gli Aerosmith ci regalano la meravigliosa e romanticissima I Don’t Wanna Miss a Thing,

“I could stay awake just to hear you breathing
Watch you smile while you are sleeping
While you’re far away and dreaming
I could spend my life in this sweet surrender
I could stay lost in this moment forever
Every moment spent with you is a moment I treasure

Hallelujah di Rufus Wainwright fa emozionare nel cartone Shrek (2001). Vi consiglio di ascoltare anche questa magnifica e struggente interpretazione di Jeff Buckley.

Per anni mi sono chiesta se il testo di Now We Are Free, Hans Zimmer e Lisa Gerrard per il film Il Gladiatore (2000). avesse qualche significato. Vi anticipo le prime parole e lascio a voi l’ardua sentenza. Come direbbe Forrest Gump: “E non ho altro da dire su questa faccenda”.

Anol shalom
Anol sheh lay konnud de ne um {shaddai}
Flavum
Nom de leesh
Ham de nam um das
La um de
Flavne…

La la da pa da le na da na
Ve va da pa da le na la dumda

A chi non viene voglia di ballare con Mi Piace Se Ti Muovida Madagascar (2005)? La versione originale in inglese è Like to Move It ed è una canzone dance/house del gruppo Reel 2 Real (Erick Morillo), con la partecipazione vocale del rapper di Trinidad e Tobago The Mad Stuntman (Mark Quashie).

Concludiamo in bellezza con una chicca che senz’altro tutti conoscerete: Beautiful that way, dal film La Vita è Bella di Noa, su musica di Nicola Piovani.

Smile, without a reason why
Love, as if you were a child
Smile, no matter what they tell you
Don’t listen to a word they say
‘Cause life is beautiful that way

Buon ascolto. Cantate sempre, migliora la vita!

Note
Foto internet

Autore: Sara Ferro

Mi chiamano Sara, vivo da sempre a Chioggia e sono nata il 12 ottobre 1979.

Lo stesso giorno nel 1492 Cristoforo Colombo scoprì l’America. Dal genovese ho imparato che l’America è quasi sempre dove non te l’aspetti. Lo stesso giorno nel 1938 iniziarono le riprese del film Il Mago di Oz, tratto da uno dei miei libri preferiti. Sono sempre alla ricerca di qualcosa, da qua[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *