Do You Speak Chioggiotto?

Ma come ti vesti? Dipende dall’età!

Scritto da il 2 febbraio 2013 alle 16:02

Avrete sicuramente notato anche voi come negli ultimi tempi lo Star System ci propone immagini di donne over 40 e 50 stupende. A vederle così, ben mantenute, sembrano dimostrare almeno una quindicina d’anni in meno. Ma esiste un’età giusta per ( smettere di) indossare un certo tipo di abbigliamento? Oggigiorno le donne sono attente alla dieta ed al look, si affidano ad una corretta alimentazione ed alle creme antirughe che promettono miracoli. Se tutto ciò non basta, si chiede l’aiuto al chirurgo estetico. Tira qui, spiana di là; si cerca di rimandare il più possibile la menopausa.

Qualche nome? Sharon Stone, Madonna, Demi Moore, la lista sarebbe lunghissima! Forse il segreto di questa eterna giovinezza è avere un toy boy! Spesso, osservando il loro look, ci accorgiamo che effettivamente molte di queste signore sfoggiano delle mise non adatte alla loro età. Il problema è proprio questo: quando è il momento di mettere in soffitta minigonne, bikini e Ugg?

In Inghilterra è stato fatto un sondaggio  per “porre dei limiti” al look delle over 40-50. Le signore inglesi interpellate ritengono che il bikini può essere esibito fino ai 47 anni, la minigonna mai dopo i 35, mentre i tacchi alti sono permessi fino ai 51. Mai indossare jeans e canotta anche se fuori ci sono 40 gradi all’ombra dopo gli ’anta; stessa cosa per leggins o Ugg. In un altro sondaggio è emerso che il 44 % delle interpellate si preoccupa dell’abbigliamento esibito, temendo di mettersi addosso qualcosa che non è più adatto alla loro età. Prendiamo questi risultati con le pinze, visto che le inglesi non sono il massimo dell’eleganza. Un bel paio di gambe non hanno età, a volte per strada si vedono certe ventenni che farebbero meglio a coprirle. Se le gambe sono belle, tornite ed affusolate la minigonna la metterei anche a 35 anni. Dopo i 35 credo sia meglio scegliere una longuette o una via di mezzo. Una cosa è certa, c’è qualcosa di stonato nel vedere una quarantenne seminuda. Bandite le trasparenze ed i pizzi dopo i 40 anni. Attenzione al leggings che può fare molti danni! Se un vestitino od una gonna son troppo corti, la soluzione non è metterci un leggings sotto, è quella di non metterli proprio! La cosa triste è vedere 40enni che non si rassegnano a dimostrare la loro età e si vestono come ventenni.

Sopra  Madonna spesso usa gli abiti della figlia,  troppe trasparenze e spacchi eccessivi per una Signora. Sotto, Alba Parietti è ancora una gran bella donna con gambe bellissime, ma gli abiti son troppo corti. Sharon Stone non sembra una cinquantenne, ma pure lei sfoggia gonne troppo corte. 

Avete fatto caso che molte donne dopo una certa età diventavano  bionde? Effettivamente anche i capelli subiscono dei cambiamenti quando si avvicinano gli ‘anta. I capelli chiari addolciscono il viso ed i tagli corti ringiovaniscono. Secondo il sondaggio dopo i 53 anni è vietato tenerli lunghi. Milly Carlucci ed Alba Parietti starebbero molto meglio con un taglio più corto. Lo stesso discorso vale per lo smalto: colori troppo sgargianti sono out. Non restano che i tacchi per sembrare più alte, ma attenzione: meglio un tacco 6 e camminare sciolte e sensuali che un tacco 12 ed il passo traballante e insicuro a tutte le età. Certo il tacco 12 dopo i 50 anni è un po’ troppo!

L’espressione  non molto carina “dietro liceo, davanti museo” indica tutte quelle donne, abbastanza in là negli anni, che viste da dietro potrebbero passare per ragazze di 15-20 anni, sia per come sono vestite sia per l’apparenza fisica, ma poi si rivelano assolutamente molto più avanti con l’età. Dopo i 40 non ci si deve vestire da “nonna”, anzi. Si può essere belle, femminili ed alla moda a tutte le età, il problema è estetico e non di anagrafe.

Sotto: Demi Moore ha una mise un pò troppo corta; nel film “Sex & the city” Kim Cattrall e Miley Cyrus indossano lo stesso abito ma solo alla girl a destra sta bene;  Julia Roberts ha la gonna cortissima. 

Nascondere e valorizzare, mimetizzare il difetto ed esaltare il pregio sono le armi per mimetizzare rotolini, pancetta e chili di troppo. Passate un po’ di tempo davanti allo specchio ed indossate il vostro guardaroba cercando di capire cosa sta bene e cosa ammazza la figura. Una cosa che sta male a tutte? Il cattivo gusto.

Autore: Elisa Boscolo Forcola

Ciao mi chiamo Elisa, per gli amici Eli o Laeli tutto attaccato. Sono nata il 7 novembre del ’74 e mi sono diplomata ragioniera nel ’93. Sono sposata con Gianni Nardo e sono mamma di Giuly, la mia splendida cucciola. Lavoro come speaker a Radio BCS e conduco, insieme a mio marito, il programma “Riservato per 2”.

Amo la musica, le passeggiate, il fitness, le chiacc[...]

Leggi il resto su .