Do You Speak Chioggiotto?

La Clodiense non si ferma più

Scritto da il 25 febbraio 2013 alle 10:02
Clodiense Pradolin e Acka

Dopo la quinta arriva in casa Clodiense pure la sesta sinfonia consecutiva. Anche al “Gavagnin” di Borgo Venezia, sul campo della ormai ex vicecapolista Virtus Vecomp, i granata inquadrano l’ennesima vittoria che porta a sei i successi di fila degli uomini di Vittadello che adesso, con pieno diritto, possono salire sul carro delle grandi del campionato. Vittoria bella proprio perchè difficile e perchè giocata nella tana di una delle pretendenti alla vittoria finale.

Alla vigilia di questa gara il tecnico Mario Vittadello ebbe a dire che da questa sfida si sarebbe potuta capire la reale dimensione della squadra granata. Ebbene la vittoria conseguita a Verona consegna al campionato una squadra che è decisamente cresciuta e che, evidentemente, ha trovato giovamento dal quel disastroso 1-5 subito a Tamai appena un mese e mezzo fa, ma che sembra lontanissimo anni luce. Sul campo della lanciatissima Virtus Vecomp di Gigi Fresco, la Clodiense doveva fare a meno dello squalificato Malagò, puntello del centrocampo granata, oggi sostituito da Luca Margherita.

Ancora una volta la partenza bruciante dei lagunari, come spesso capitato in queste ultime giornate, ha però sorpreso gli avversari che, dopo la zuccata vincente di Ponce, hanno dovuto cambiare subito registro. I rossoblù di casa hanno comunque mostrato tutto il loro valore cercando subito di rimediare e trovando il pareggio con una rete di Frendo, bravo nello spingere a rete una punizione di Allegrini. Ma la Clodiense ha già dimostrato in altre circostanze di sapere anche soffrire, per poi cercare il momento giusto per colpire. Granata che nel loro score fanno registrare anche una traversa colpita su punizione da Cacurio. L’apoteosi è però arrivata al 90’ quando una splendida azione corale con tacco smarcante di Pradolin e la gran botta sotto la traversa di Stefano Bellemo dava alla Clodinese la, tutto sommato, meritata vittoria sulla Virtus Vecomp.

In classifica i granata consolidano il proprio sesto posto ma si sono portati a soli due punti proprio dai veronesi, che occupano l’ultima poltrona utile per accedere ai play off. Nel prossimo turno la Clodiense sarà ancora impegnata in trasferta sul campo del Kras Repen. Unica nota stonata della giornata l’infortunio muscolare occorso a Santiago Ponce. La speranza è, naturalmente, che si tratti di uno stiramento per avere dei tempi di recupero più rapidi, ma sarà solamente la risonanza magnetica a stabilire l’entità del danno.

Le voci del dopo gara.

Mario Vittadello: E’ una vittoria importantissima ottenuta in casa di una grande di questo campionato. All’inizio abbiamo cercato di fare la partita, siamo andati in vantaggio ma poi non siamo stati capaci a chiuderla ed abbiamo così sofferto il ritorno della Virtus. Un plauso a Boseggia per il lavoro sporco utilissimo che ha saputo svolgere. Ho fatto poi giocare Cacurio tra le linee dei loro centrali ed infatti è proprio dove abbiamo fatto più male ai veronesi. Abbiamo rosicchiato tre punti alla stessa Virtus, ma dobbiamo sempre tenere i piedi per terra e giocare partita dopo partita per vedere alla fine dove possiamo arrivare. Non dimentichiamoci che siamo partiti per salvarci.

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *