Do You Speak Chioggiotto?

Clodiense scatenata, 4 sberle all’Este

Scritto da il 17 febbraio 2013 alle 19:02
Clodiense-lella

Quinta vittoria consecutiva della Clodiense che rifila quattro sberle all’Este e si candida per lo sprint della volata play off. Risultato che non ammette repliche ma che, probabilmente, è fin troppo punitivo per i giallorossi padovani che pure qualcosa di buono l’hanno fatto vedere. La squadra di Vittadello, però, oggi era insuperabile in difesa e spietata in attacco, con ripartenze micidiali che hanno mandato al tappeto i ragazzi di Zattarin.

Si parte con le due squadre che si schierano in maniera speculare: 4-4-2 per entrambe con centrocampo disposto a rombo. La Clodiense piazza Ponce davanti alla difesa e Olivieri dietro le punte Boseggia e Lella, mentre a Malagò e Pradolin è affidata la qualità delle giocate. In difesa Luca Boscolo, in forse alla vigilia a causa di un attacco influenzale, riesce a recuperare e alla fine diventa determinante ai fini del risultato. Anche l’Este presenta il rombo in mezzo al campo, ma dietro alle punte, Iarrusso e Brotto, gioca Baido che in realtà è un attaccante aggiunto e con i suoi inserimenti mette spesso in difficoltà la pur attenta retroguardia lagunare.

La Clodiense parte subito a razzo e al primo affondo, dopo appena 3’, va in vantaggio: Lella guadagna il fondo e scodella al centro per Boseggia che di testa supera Trivellato. Prova a reagire subito l’Este con due tentativi dalla distanza di Brotto (4’) e Iarrusso (10’), ma è invece la Clodiense a trovare la rete del 2-0 al 15’: punizione pennellata da Pradolin che pesca la testa di Busatto, bravo a girare in porta. Ferita nell’orgoglio l’Este si riversa a testa bassa in attacco affidandosi al suo miglior giocatore, Baido. Entra però in partita il portiere Luca Boscolo che al 17’ alza con le unghie in corner una bordata dal limite di Tessari; al 19’ anticipa in uscita una incursione di Baido ed al 22’ neutralizza un tentativo direttamente dal corner dello stesso Baido. Al 24’, su punizione calciata da Baido, Brotto anticipa tutti ma non trova la porta, mentre al 30’ Lella non approfitta di una gita fuori porta del portiere Trivellato. Nel finale di tempo è ancora l’Este ad attaccare e Luca Boscolo alza la saracinesca prima (34’) per neutralizzare una punizione di Baido, poi (36’) per respingere un colpo di testa di Thomassen ed infine (38’) per fermare un insidioso diagonale ancora dello scatenato Baido.

Nella ripresa l’Este cala il ritmo e la Clodiense prende campo. Al 10’ Lella pesca in area tutto solo Pradolin che però si fa respingere il tiro dal portiere Trivellato. E’ il preludio al tris che arriva all’11’: cross di Pradolin e Olivieri, ancora di testa (la contraerea padovana era forse in vacanza), insacca alle spalle di Trivellato. Mario al 21’ viene cacciato dal campo per doppia ammonizione e, di fatto, la partita finisce qui. Gli ultimi sussulti degli ospiti arrivano al 27’ con un diagonale troppo largo di Thomassen e al 29’ con una spettacolare ma imprecisa rovesciata di Baido. Al 31’ la Clodiense chiude definitivamente i giochi: Cacurio salta in velocità come birilli i difensori avversari e mette dentro per Lella che deve solo spingere in fondo al sacco. C’è anche una punizione di Cacurio (48’) che il portiere respinge in corner ma sarebbe stato davvero troppo.

 

Le voci del dopo gara.

Mario Vittadello: Ci tenevamo a questa vittoria per due motivi: primo per vendicare la sconfitta dell’andata e secondo per dare continuità ai nostri risultati. Un elogio a tutti per aver saputo cambiare anche tatticamente durante la gara. Un plauso particolare al portiere Luca Boscolo che, nonstante la febbre, è stato determinante. Con 44 punti ormai la salvezza è praticamente raggiunta.

Riccardo Busatto: Dovevo farmi perdonare il gol di testa che avevo sbagliato a San Vito. Oggi ho giocato terzino destro ma a me va benissimo in qualsiasi posto della difesa dove il mister mi chiede di giocare. Abbiamo fatto un bel filotto ma dobbiamo continuare.

Raffaele Cacurio: Sono contento di essere entrato subito bene in partita. Cinque vittorie di fila non si raggiungono per caso e adesso i bei campi ci favoriscono.

Luca Boscolo: La parata più difficile è stata quella per neutralizzare il calcio di punizione di Baido e quando un portiere gioca bene fa perdere fiducia agli attaccanti avversari. Dopo il 5-1 di Tamai abbiamo ottenuto cinque vittorie consecutive grazie all’unità di questo gruppo.

Gianluca Zattarin (tecnico Este): Purtroppo prendiamo troppo spesso gol di testa. E’ stata una partita strana ma dovevamo essere più cattivi sotto porta. Complimenti al portiere della Clodiense, davvero insuperabile.

CLODIENSE – ESTE 4-0

Clodiense (4-4-2): L. Boscolo; Busatto, Ballarin, D. Boscolo Berto, D. Boscolo Gioachina; Malagò (18’st. Cacurio), Ponce, Olivieri, Pradolin (38’st. Bellemo); Lella, Boseggia (18’st. Barzan). A disposizione: Vianello, Margherita, Dal Corso, Cigna. Allenatore: Vittadello.

Este (4-4-2): Trivellato; Raffaelli, Zompa, Thomassen, Di Fusco; Mario, Tessari, Baido (38’st. Migliorini), Turetta (12’st. Gusella); Iarrusso (12’st. Zecchinato), Brotto. A disposizione: Veronese, Meneghello, Colletta, Barichello. Allenatore: Zattarin. Arbitro: Trifirò Pancaldo di Barcellona Pozzo di Gotto.

Reti: pt. 3’ Boseggia, 15’ Busatto; st. 11’ Olivieri, 31’ Lella.

Note: splendida giornata di sole, terreno in buone condizioni. Espulso al 21’st. Mario per doppia ammonizione. Ammoniti: Ballarin, Malagò. Angoli: 6-2 per l’Este.

Spettatori: 300 circa. Recupero: 2’pt. e 4’st.

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *