Do You Speak Chioggiotto?

Billboard cambia il modo di stilare le classifiche

Scritto da il 28 febbraio 2013 alle 10:02
Billboard-logo-1

L’ultima rivoluzione nel music business è stata messa a segno da YouTube: da questa settimana, infatti, la leggendaria classifica Billboard Hot 100, che racchiude i brani più venduti (e suonati) in America, si trasforma. Le vendite discografiche e i passaggi radiofonici non saranno più sufficienti per fare di una canzone una hit: ruolo di fondamentale importanza lo avranno anche le visualizzazioni totalizzate sul popolare sito di video sharing, utilizzato ormai da tempo da gran parte degli internauti come piattaforma per ascoltare la loro musica preferita.

“Ne discutiamo con YouTube da almeno due anni”: a confessarlo è Bill Werde, direttore editoriale del giornale che, negli ultimi tempi, ha già fatto un passo importante per svecchiare la sua classifica, includendo i “click” che provengono da Spotify, il servizio di music streaming da poco arrivato anche in Italia.

Gli effetti della nuova era non si sono fatti attendere: infatti alla numero 1 della Billboard Hot 100 ora c’è Harlem Shake, un brano dance di un Dj di Brooklyn, Baueer, che è uscito a maggio 2012 e che ha conosciuto una nuova popolarità nove mesi dopo proprio grazie alle views ricevute su YouTube, dove un estratto di 30″ del pezzo fa da colonna sonora a una serie di video – circa 4.000 negli ultimi sette giorni – dalla identica struttura: nei primi 15 secondi un solo individuo “balla” al ritmo della muscia di Baueer, circondato da altri individui inermi. Quando i beat “esplodono”, però, la scena cambia radicalmente e per i restanti 15 secondi è il caos, con balli sfrenati e cambi d’abito sorprendenti.

Il video di Harlem Shake realizzato a Time Square

Autore: Alessandro Pavanati

Mi chiamo Alessandro, per i più Ale o Pava. Classe 1991, nato sotto il segno dei Pesci, dal 2010 sono entrato a far parte di questo grande Staff di ChioggiaTv e prevalentemente mi occupo della parte “tecnica” – ovvero riprese e montaggio video.

Descrivermi in poche righe non è semplice ma ci proverò: sono un tipo solare, sempre in movimento e non mi piace la vita tro[...]

Leggi il resto su .