Do You Speak Chioggiotto?

Adottare un cane: una scelta consapevole

Scritto da il 15 febbraio 2013 alle 10:02
cane_al_computer

Un cane vi sarà per sempre fedele, che siate  ricchi o poveri. Adottarlo è una scelta e non una imposizione per cui è bene farlo consapevolmente.

Di seguito sono elencate delle domande da porsi prima dell’adozione per fare una scelta consapevole e matura.

I familiari

I vostri familiari sono e saranno per sempre d’accordo sull’arrivo del cane? Anche se in futuro avrete un figlio, vi sposerete o divorzierete,  il cane potrà rimanere con voi? E se vi fidanzerete con una persona che non sopporta i cani? Può capitare, dovete pensarci. Siete seriamente determinati sul fatto che, qualsiasi cosa succeda, il cane resterà comunque con voi e vi occuperete di lui? Sono cose a cui bisogna pensare seriamente.

Lo spazio

Disponete di uno spazio adeguato per il cane? Il giardino (come avete visto nell’artico precedente) non è obbligatorio, ma il cane deve ssere portato fuori. Anche cani grossi possono stare in appartamento, ma è necessario un certo impegno e spirito di sacrificio da parte vostra, per garantire tutte le uscite necessarie.

I vicini

Come sono i vostri rapporti con il vicinato? C’è pericolo che il cane possa arrecare disturbo a qualche vicino? Se un domani al posto dell’inquilino che tollera il cane in cortile, abitasse qualcuno che ha paura dei cani? È giusto pensare già ad una eventuale soluzione. Ricordate che “la propria libertà finisce dove inizia quella altrui”.

Il lavoro

Se lavorate e siete soli dovete organizzarvi molto bene, perché accudire un cane richiede tempo. Siete ancora studenti? Avete ambizioni di carriera? E se un domani vi offrissero un posto interessante che richiedesse il trasferimento o la necessità di viaggiare o un orario diverso, e improvvisamente vi accorgeste che per voi è più importante il lavoro del cane? Questo non deve succedere.

Le vacanze

Le vacanze col cane sono possibili e sicuramente più appaganti; ci sono molti luoghi in cui il cane è bene accetto, ma in altri casi non lo è. A volte potrete essere voi a non volere l’intralcio di un cane, per essere più liberi di andare e venire da spiagge, frequentare discoteche e fare lunghi spostamenti. Se non avete familiari che vi aiutino e ospitino il cane nel periodo in cui siete lontani da casa, dovete preoccuparvi di trovare una pensione fidata (che a volte costa quasi quanto la vostra vacanza) o un dog sitter.

I costi

I cani costano. Costa il cibo, costano gli accessori, costano le vaccinazioni. Questo lo sanno tutti; anzi, forse l’opinione popolare tende ad esagerare la spesa necessaria per il cane, soprattutto per quanto riguarda quelli di grande mole. In realtà il mantenimento di un cane di grossa taglia è pressoché uguale ad uno di taglia piccola. Una visita veterinaria comprensiva delle vaccinazioni di routine costa quanto il biglietto per un concerto o per una partita di calcio. Non si tratta di affrontare sacrifici enormi, ma comunque una spesa minima, che dovete essere disposti ad affrontare insindacabilmente: c’è e ci deve essere. Oltre alle spese prevedibili di routine, però, ci sono quelle impreviste, dovete pensarci. Esistono comunque delle assicurazioni che ci possono aiutare.

La gestione

cane Sapete come gestirlo? Avete pensato a tutto? Le necessità fisiologiche, il movimento, la cura del mantello, gli insegnamenti di base; avete pensato a come prevenire gravidanze indesiderate? Siamo pronti ad affrontare eventuali imprevisti? Se il cane dovesse manifestare comportamenti sgraditi, siete pronti ad affrontare il necessario per la sua rieducazione? Vi siete informati sugli educatori della nostra zona?

Se avete trovato una risposta positiva a tutti questi punti siete pronti a continuare il viaggio per diventare veri cinofili.

Lo sapevate che il lupo è più intelligente del cane ? Il perchè è semplice: il lupo deve studiare tutti i giorni un modo per sopravvivere e per procurarsi il cibo, il cane invece- da quando è animale domestico- oramai si trova la pappa pronta ogni sera e non serve che ci pensi più di tanto!

Note
L''articolo è tratto dalla rivista on line “ti presento il cane”

Autore: Francesca Pugiotto

Mi chiamo Francesca Pugiotto e sono una Educatrice Cinofila.

Sono nata nella splendida città di Chioggia in un soleggiato pomeriggio di giugno del 1991.

Adoro il mio lavoro che svolgo anche a domicilio. Sono convinta che i cani abbiano il diritto ed il dovere da parte dei proprietari di essere educati per vivere in modo civile in armonia con la società umana.

La passione [...]

Leggi il resto su .