Do You Speak Chioggiotto?

Venezia: Regione Veneto e Comune avviano piano rilancio per Porto Marghera

Scritto da il 9 gennaio 2013 alle 23:01
Marghera

Regione Veneto e Comune di Venezia si sono incontrati per definire le azioni di complessivo rilancio del polo industriale di Porto Marghera. I due Enti hanno esaminato un piano di intervento finalizzato a dare rapida e efficace attuazione all’Accordo sottoscritto con Eni/Syndial per la cessione in blocco delle aree di proprieta’ di quest’ultima ad una societa’ di scopo controllata da Regione Veneto e Comune di Venezia. Regione e Comune hanno espresso l’auspicio che a tale societa’ possa partecipare con una quota di minoranza anche la stessa Syndial.

Dopo l’acquisto in blocco, la societa’ pubblica di scopo procedera’ alla cessione per lotti delle aree in questione a soggetti imprenditoriali interessati a localizzare nuove iniziative industriali a Porto Marghera. A tal fine e’ stata prospettata l’ipotesi di avviare tempestivamente la predisposizione di un bando pubblico europeo per la raccolta di manifestazioni di interesse di imprese potenzialmente interessate all’insediamento nelle aree di Porto Marghera oggetto di valorizzazione da parte dell’iniziativa congiunta Regione-Comune.

Durante l’incontro e’ stata specificamente sottolineata l’esigenza di strutturare l’iniziativa secondo modalita’ atte a garantire un’effettiva appetibilita’ per nuovi insediamenti, sia in termini di costo delle aree infrastrutturate sia di semplificazione delle procedure e relativo abbattimento dei tempi richiesti per la localizzazione di nuove attivita’.

Note
Fonte: www.adnkronos.com  

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *