Do You Speak Chioggiotto?

Shopping: nuove idee per non spendere un capitale

Scritto da il 18 gennaio 2013 alle 12:01
Sex and The city

A quante di voi care amiche non è mai venuta la voglia di indossare un bel décolleté con tacco 12 di Louboutin , o di sfoggiare l’ultima borsa-creatura di Louis Vuitton? Pochi soldi in tasca? Nessun problema ecco a voi il Dress crossing, un fenomeno che arriva direttamente da Londra, fondato da 4 amiche ovviamente fashion victims!!Ma come funziona questa cooperativa dello shopping?

Formate un gruppo d’acquisto con una cassa comune e comprate i must della stagione e fateli girare, in base alle esigenze, tra i membri del gruppo. Di solito il “gruppo di acquisto” è formato da un “gruppo di amiche”, quindi attenzione a non essere invitate alle stesse feste e agli stessi aperitivi, altrimenti rischiate di azzuffarvi per una borsetta o per un vestito! Le 4 fondatrici di questo fenomeno non hanno questo tipo di problema perchè fanno shopping tutte insieme, hanno più o meno gli stessi gusti e, se una desidera indossare lo stesso capo di un’altra, la regola è: vince chi ha un appuntamento o una serata importante.

Ecco alcuni immagini “forti” per fare invidia alle fashion victims: 

1- Cabina armadio piena zeppa di scarpe e borse; 2- La scarpiera di Christina Aguilera; 3- La scarpiera di Mariah Carey; 4- Il mitico armadio di Carrie

   

Lo swap party invece è una sorta di baratto a costo zero nato negli USA. Niente mercatini o bancarelle: l’appuntamento è a casa, tra amiche. Basta mettere insieme un nutrito gruppo di donne, pronte a portare abiti e accessori, ma anche libri, dischi e tutto ciò che di solito finisce in fondo a qualche armadio. Con lo Swap Party si può rinnovare il guardaroba senza spendere nemmeno un euro: nulla è in vendita, solo merce di scambio. Per chi non vuole spostarsi lo swapping si può fare anche online.

Per chi, invece, non ha una collezione d’abiti e accessori abbastanza vasto da poter partecipare ad un baratto, ma vuole cambiare look ogni giorno senza spendere una fortuna, si può affidare alla tendenza low cost made in Italy.
È il «guardaroba ecologico organizzato», detto Ego, un atelier anche online . Si paga un abbonamento annuale di un centinaio di euro e una quota mensile, e si acquisisce il diritto di scegliere, con un appuntamento settimanale, sette capi a settimana tra 120 diversi modelli. Una volta indossati, gli abiti vengono riconsegnati in atelier la settimana successiva per sceglierne degli altri. Si condivide e si risparmia .

Ma per essere sempre alla moda indossando i capi ispirati ai dettami delle ultimissime passerelle e spendere poco ci han pensato alcune boutique e sartorie milanesi che, oltre a creare e confezionare vestiti su misura da vendere a prezzi salatissimi, adesso li noleggiano anche per serate o per il week end. Con una cifra pari al 10% del costo dell’abito potete sfoggiare capi ultragriffati come le stars sul red carpet più prestigioso.

 

   

    

Ci sono siti internet come www.myluxory.biz  che affittano le borse di grido del momento: 70 euro a settimana o 250 euro al mese, contro i 1.500 o più per tutta la vita! Il loro motto è: sarai sempre alla moda con le borse più prestigiose, tutte rigorosamente originali.

Prima o poi capita a tutte un’occasione davvero importante che richiede un abito super chic, uno di quelli di lusso. A tal proposito, è nato in America un sito davvero geniale: www.renttherunway.com Qui chiunque ha la possibilità di affittare abiti delle migliori griffe a prezzi che partono dai 50$. Il prestito dura quattro giorni, dopodiché si restituisce tutto via posta. 

Un sito particolarmente ben fornito- ma francese-  di borse di marca è www.sacdeluxe.fr , mentre sul sito www.borsedilusso.it puoi noleggiare circa 220 attualissimi modelli di borse dei più grandi designers contemporanei, oltre ad una collezione di alta bigiotteria di lusso con oggetti firmati, fra gli altri, da Chanel, Dior, Louis Vuitton.

Fashion victims, senza spendere un capitale si possono utilizzare queste tattiche. Buon swapping o dressing crossing, insomma buono shopping a tutte!

Autore: Elisa Boscolo Forcola

Ciao mi chiamo Elisa, per gli amici Eli o Laeli tutto attaccato. Sono nata il 7 novembre del ’74 e mi sono diplomata ragioniera nel ’93. Sono sposata con Gianni Nardo e sono mamma di Giuly, la mia splendida cucciola. Lavoro come speaker a Radio BCS e conduco, insieme a mio marito, il programma “Riservato per 2”.

Amo la musica, le passeggiate, il fitness, le chiacc[...]

Leggi il resto su .