Do You Speak Chioggiotto?

Forfe

Scritto da il 16 gennaio 2013 alle 12:01
Chioggia by Carlo Pagan

A cosa servono le “forfe”? Ebbene sì, sono un oggetto, molto utile ma anche pericoloso!

Ogni casa contiene almeno “un pèro de forfe”.

Ecco alcuni esempi:

” Dove astu imbuzà le forfe che devo tagiare la busta dei tortelini?”

“‘Na volta i cavei se tagieva co le forfe, no co la machineta!”

Avrete sicuramente capito che si tratta  delle forbici.

Ci sono due espressioni interessanti che utilizzano questa parola.

” Ti zè pèso de un pèro de forfe”

“Su tra forfe e radauri”

La prima frase- sei peggio di un paio di forbici- viene utilizzata per indicare una persona di malalingua, petteloga. La seconda- mi trovo tra forbici e rasoio- indica che ci si trova nei guai!

Note
Foto Carlo Pagan

Autore: Sara Ferro

Mi chiamano Sara, vivo da sempre a Chioggia e sono nata il 12 ottobre 1979.

Lo stesso giorno nel 1492 Cristoforo Colombo scoprì l’America. Dal genovese ho imparato che l’America è quasi sempre dove non te l’aspetti. Lo stesso giorno nel 1938 iniziarono le riprese del film Il Mago di Oz, tratto da uno dei miei libri preferiti. Sono sempre alla ricerca di qualcosa, da qua[...]

Leggi il resto su .

3 Commenti

  1. Laura Ravagnan

    16 gennaio 2013 at 12:41

    a tagiare!!! forbici

  2. Ricky Bellemo Bullo

    16 gennaio 2013 at 12:57

    A tagiare…..usato anche quando si intende sparlare…darghe de forfe….ouuuuu tagistu????

  3. Paolo Thebay

    17 gennaio 2013 at 11:27

    Come al solito c’è un’altra opzione: forfese !! Che avresti è un sinonimo!!!!:)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *