Do You Speak Chioggiotto?

Enrico Zennaro, una vita da velista

Scritto da il 25 maggio 2011 alle 16:05
EnricoZennaro2

Ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante
-Gibran

Siamo andati a conoscere Enrico Zennaro, giovane velista chioggiotto che di timoni e vele ne sa più di qualcosa.  Alle spalle numerosi premi e grandi soddisfazioni. Davanti a sé il desiderio di solcare ancora molti mari. Una passione infinita per la vela che per lui “non è un semplice sport, è una filosofia, un modo di vivere”.

Enrico, come nasce il tuo amore per la Vela?

Ho cominciato a praticare questo sport a sei anni quando i miei genitori mi iscrissero ad un corso di vela estivo presso il Circolo Nautico Chioggia. La vela per me è iniziata come un gioco ed ora, nonostante sia la mia passione, è diventata anche il mio lavoro.

Quali sono i sacrifici da affrontare e le soddisfazioni più grandi?

Il sacrificio più grande è stare lontano da casa per circa 200 giorni l’anno. La soddisfazione più grande è avere credibilità con i più grandi nomi della vela italiana. Essere considerato dai migliori velisti italiani un professionista quotato per me è motivo di grande orgoglio. Dal punto di vista sportivo ho tantissime soddisfazioni. Il risultato più importante è stato la vittoria del campionato mondiale nella categoria mumm 30 del 2007, ma per me dal punto di vista emotivo la vittoria della Barcolana di Trieste contro 2000 barche avversarie sarà sempre un ricordo indimenticabile.

Come è iniziata la stagione 2011?

Lo scorso febbraio ho partecipato a Montecarlo alla ventisettesima edizone della famosa regata denominata Primo Cup, classico evento di apertura di stagione. Con il ruolo di tattico dell’imbarcazione modello “Melges 20”, denominata Shadow, dell’armatore Marco Zaoli mi sono classificato al secondo posto. Una grande soddisfazione vista la flotta composta da 17 imbarcazioni partecipanti e piena di campioni.  Il week-end di regate è stato caratterizzato da poco vento in quanto in quei giorni su tutta Europa c’era un’alta pressione ed era presente la nebbia in quasi tutto il nord Italia. Questa situazione metereologica mi ha favorito, in quanto ero alla mia prima esperienza con il Melges 20 e con poco vento le  manovre sono più facili da effettuare; proprio per questo sono riuscito a battere dei campioni più esperti di me con quel modello  di barca. Cominciare la stagione con il piede giusto fa sempre piacere e spero sia di buon auspicio. Gli obiettivi  che mi sono prefissato di raggiungere sono molti.
inoltre è’ stato molto emozionante partecipare alla premiazione e ricevere il premio direttamente dalle mani del Principe Alberto di Monaco. Altri risultati  di rilievo del mio inizio stagione sono stati a San Remo la vittoria del Winter Championship come timoniere del Melges 24 Little Wing  ed il terzo  posto a Marina di Carrara alla B-lin Cup come tattico dell’imbarcazione Shadow.

Quali saranno i tuoi prossimi impegni in mare e l’obiettivo più difficile per questa stagione?

Nei prossimi mesi sarò impegnato nel ruolo di timoniere o tattico su alcune delle migliori imbarcazioni del panorama velico nazionale.  Sarò timoniere dell’imbarcazione MAN per le regate categoria Orc; poi al timone dell’imbarcazione Little Wing per il circuito professionistico Melges 24; poi ancora alla tattica dell’imbarcazione Shadow nel circuito Audi Sailing Series. Parteciperò inoltre ad importanti regate quali la Coppa del Rey a Palma di Maiorca, il trofeo Pirelli a Portofino e la Barcolana a Trieste. L’ obiettivo più grande senz’ altro sarà la conquista del titolo mondiale nella categoria Orc , in Croazia a Cherso dal 18 al 25 giugno. Il  titolo è alla portata in quanto attualmente sono il campione Europeo ed Italiano in carica ma, come si sa, nello sport è sempre difficile  fare previsioni. Sicuramente andrò in Crozia più determinato che mai  e consapevole della mia esperienza e potenziale. Spero vada tutto come  deve andare! Per il 2011 sarò in gara anche per i colori del  Circolo Nautico Chioggia con il supporto dell’Azienda Speciale Porto di Chioggia, Chioggia Yacht Group, Sporting Club- Darsena le Saline.

Il consiglio per chi come te voglia dedicarsi alla Vela?

Consiglio a qualsiasi sportivo di credere sempre in se stessi e non arrendersi mai.

Venti e onde sono sempre
dalla parte dei navigatori più abili.
-Edward Gibbon

Autore: Sara Ferro

Mi chiamano Sara, vivo da sempre a Chioggia e sono nata il 12 ottobre 1979.

Lo stesso giorno nel 1492 Cristoforo Colombo scoprì l’America. Dal genovese ho imparato che l’America è quasi sempre dove non te l’aspetti. Lo stesso giorno nel 1938 iniziarono le riprese del film Il Mago di Oz, tratto da uno dei miei libri preferiti. Sono sempre alla ricerca di qualcosa, da qua[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *